Il significato del colore verde

Colore verde ed emozioni

Il colore verde si ottiene dall’unione di blu e giallo. È un colore neutro, si trova infatti al centro dello spettro luminoso, a metà tra i colori caldi e i colori freddi. Per questo è associato al concetto di equilibrio, ma anche di tensione che deriva dalle proprietà di quiete del colore blu e di energia del giallo.
Chi ama il colore verde possiede una personalità che tende all’autoesaltazione e a sentimenti di superiorità; è desideroso di fare bella figura sugli altri, ma ciò nasconde un lato d fragilità e insicurezza nei confronti di se stesso. È una persona che non ama il cambiamento, anzi è abitudinaria e conservatrice, amante della stabilità e desiderosa di sicurezza. Altri elementi che completano la personalità verde sono calma e tranquillità.
Chi non ama questo colore è spesso una persona insicura, costretto dagli obblighi, che non si sente all’altezza delle sue stesse aspettative.

La simbologia del colore verde

Il colore verde è da sempre legato alla natura, è considerato infatti il colore della primavera, della rinascita e della vita stessa; viene infatti spesso utilizzato in ambito pubblicitario per indicare prodotti biologici e naturali. Nella sua simbologia positiva il verde è il colore dell’equilibrio, dell’armonia, della speranza e della perseveranza. È associato al concetto di permesso (semaforo), al contrario del rosso che è associato al divieto.
Nella sua simbologia negativa invece il verde è il colore dell’invidia, della gelosia e della rabbia (da qui l’espressione “essere verde di rabbia”. È il colore del veleno ed è associato a malattia e morte.
Il colore Verde rappresenta il punto dove ogni individuo sviluppa l’esperienza relativa al concetto di relazione che ciascuna persona stabilisce con se e con gli altri, insieme alla capacità personale di dare e ricevere amore. Proponetevi di valutare le modalità con le quali esprimete i vostri sentimenti più profondi ed esaminate l’atteggiamento che assumete quando date prova del vostro amore. Valutate se esso è dimostrato in modo possessivo, o forse emancipato, o in qualche modo evoluto o spesso contorto. Questi diversi modi di manifestare il sentimento dell’amore, del rispetto e dell’altruismo dipendono dal grado di autostima che proviamo di noi stessi. Un sufficiente o insufficiente grado di autostima, alimenta l’ancestrale conflitto fra ciò che noi siamo e quello che vorremo essere.

Il verde in cromoterapia

Nella cromoterapia il colore verde ha un effetto calmante e rilassante e agisce sul sistema nervoso. Per questo viene utilizzato sulle persone iperattive, su chi si sente sotto pressione e chi ha necessità di fare chiarezza dentro di sè, specialmente per ciò che riguarda la sfera sentimentale. Proprio per le sue proprietà calmanti viene consigliato a chi soffre di stati ansiosi, eliminando la tensione e riportando sensazioni di calma ed equilibrio.
Sul piano fisico il colore verde ha proprietà decongestionanti e disintossicanti e agisce sul metabolismo. Inoltre mangiare alimenti di colore verde aiuta a calmarsi: è il colore particolarmente indicato per le persone voraci. È è molto utile nel trattamenti di malditesta, insonnia, gastrite, stanchezza oculare e nevralgie. A livello cutaneo il colore verde è utilizzato in caso di proliferazioni anomale come verruche, nei, tumori.
Il chakra verde o quarto chakra è situato all’altezza del cuore, nella parte interna della colonna vertebrale. La presenza di conflitti a livello del chakra verde provoca squilibri psico-fisici e determina l’insorgenza di disturbi al petto quali: bronchiti, malattie polmonari, ipertensione, allergie, tachicardia, ansia, attacchi di panico, senso di pesantezza al torace e formicolii. Nella maggior parte dei casi essi trovano una rapida soluzione anche in assenza di specifiche cure, tuttavia anche se considerati sintomi variabili che non indicano una patologia specifica devono essere stimati mediante una corretta valutazione dello stato psico-emotivo che certamente farà emergere in questo caso emozioni conflittuali legati alle sfera della relazione che ciascuna persona stabilisce con se e con gli altri.