La circolazione energetica

L’essere umano non è solo corpo fisico, in altre parole ciò che è visibile tramite i nostri sensi, esso è permeato fin nella sua piccola porzione, di energia vitale, la quale attraverso un complesso sistema di condotti denominati meridiani (Medicina Tradizionale Cinese) e punti energetici emozionali denominati Chakra (Medicina Tradizionale Indiana) regola l’intera fisiologia energetica dell’organismo. Le medicine tradizionali dell’area Indo-Cinese ed in generale asiatiche, pur mantenendo ciascuna la propria identità culturale filosofica e religiosa, trovano pieno accordo nel principio in base al quale: tutto esiste e sussiste in relazione ad una straordinaria forza chiamata energia vitale. La Medicina Tradizionale Indiana conferisce un influente ruolo ai chakra che in lingua Sanscrita significa ruota o disco e indica uno dei sette centri di base di energia nel corpo umano, correlati ai livelli della coscienza, agli elementi archetipi, alle fasi inerenti lo sviluppo della vita, ai colori, ai suoni, ed alle funzioni del corpo, in pratica possiamo definirli come porte d’accesso all’essenza del corpo umano. È necessario considerare ogni singolo chakra come pura fonte di energia che vibra con una specifica frequenza, ciascuna delle quali entra in relazione con le altre che vibrano a frequenza differenti formando una sequenza logica composta da sette diverse vibrazioni, la vibrazione più pesante è situata in basso, mentre la leggera in alto. Ogni Chakra è associato ad un certo elemento e ciascuno di essi, segue la stessa logica e lo stesso ordine di sequenza della vibrazione a cui è associato.

7-chakra

Improvvisi cambi d’umore a seguito di una forte emozione che possiamo vivere in un dato momento della giornata, creano una condizione di caos in tutti i nostri 7  chakra, con la sconfortante conseguenza di bloccare le vibrazioni e di conseguenza il flusso energetico. Quando ciò accade si determina una strana e complessa reazione, poiché ogni chakra è sede di un’emozione, di un colore e di una vibrazione specifica, nell’istante in cui avvertiamo una forte emozione, produciamo due singolari effetti:

I colori si stravolgono, come dimostra la figura n.2. Supponiamo che nell’area emotiva della comunicazione, indicata dal colore blu situato alla gola, si contrapponga il colore giallo che rappresenta l’area emotiva del controllo razionale, esempio di conflitto emozionale, il caos generato, di certo non passa inosservato e presto come conseguenza potremmo percepire sensazioni di pesantezza allo sterno, seguita da un vago senso di soffocamento e nei casi più gravi perdita di controllo con relativi attacchi di panico.

img-ok

Figura 2

L’inversione oppure la sovrapposizione di uno o più colori, manifestata a causa del conflitto emozionale in atto nella persona, produce significativi effetti sulle tre grandi circolazioni, fino a comprometterne la loro naturale funzione, come indicato dal Qi Gong e dai trattati di Medicina Tradizionale Cinese.

La grande circolazione energetica

È una forza che si muove in senso circolare, compiendo sempre lo stesso percorso, come indicato dalla figura n.3

Everyday3

Figura 3

  1. Sale lungo la colonna vertebrale
  2. Raggiunge il collo
  3. Attraversa la nuca
  4. Passa per il centro della testa, attraversa la fronte e il collo
  5. Si dirige verso il basso passando dal petto, addome, ombelico, fino a raggiungere il  perineo (situato fra genitali ed ano) e quindi riparte nuovamente

Questa forza durante il proprio transito, incontra i 7 chakra, qualora in uno di questi punti si determinasse a causa di un conflitto emozionale il caos come sopra menzionato, la stessa si modificherebbe fino a limitare la sua funzione determinando l’insorgenza di sintomi più o meno gravi a carico della persona che in quel particolare momento esprime il disagio.

La parziale funzione della Grande circolazione celeste, potrebbe anche inibire il funzionamento delle due altre circolazioni energetiche, causando un’alterazione delle funzioni, sia della Piccola circolazione figura 4 che della Circolazione della cintura figura 5, causando un ulteriore aggravio di eventuali sintomi.

La Piccola circolazione energetica

È una forza che si muove in senso circolare e compie un percorso molto piccolo come indicato dalla figura n.4

Everyday4

Figura 4

  1. Circola fra il centro del petto, all’altezza della linea intermammillare e lo sterno

Mentre la Circolazione della cintura è una forza che si muove in senso circolare, compiendo un percorso ben limitato, come indicato nella figura n.5

Everyday5

Figura 5

  1. parte da un punto preciso della schiena estendendosi lungo l’addome fino a comporre una cintura.

L’equilibrio fra le tre Grandi circolazioni è interdipendente dalla corretta funzione di ogni singolo Chakra. Tutto ciò è fondamentale per garantire a ciascuna persona un ottimo stato vitale e una buona forma fisica, tuttavia è necessario precisare che le ragioni per le quali l’essere umano sviluppa disabilità fisiche o psichiche oppure uno straordinario accumulo di stress, sono il risultato di un profondo dissenso emotivo, che spesso non comprendiamo in quanto soggiogati da un uso smodato della ragione, che inibisce l’ascolto dei deboli segnali provenienti dagli strati più profondi dell’essere dove risiede la coscienza (anima o spirito). Tali segnali possono essere tradotti solo in forma intuitiva, e questo presuppone che la persona abbia sviluppato una buona capacità d’ascolto interiore, in assenza della quale chiunque può perde il proprio equilibrio e diventa preda dei propri impeti. Sovrappone il proprio egoismo personale elevandolo a stile di vita, illudendosi che le sue scelte sono le migliori, le più giuste. E’ proprio in questa palude che nasce il combattimento silenzioso fra le due entità insite nell’essere: mente e coscienza (anima o spirito). Una coscienza che non trova ascolto, perché offuscata da una ragione forte e assolutista, reagisce inviando dei segnali di disturbo al corpo attraverso il sintomo fisico.
Per nostra natura, possediamo un’ampia capacità di adattamento al conflitto, riusciamo con abilità a mantenere le tensioni emotive dentro, costruendo una casa dove proteggerle e occultarle. Non vi è alcuna consapevolezza in questa successione interna all’essere, farle emergere significa rompere le tensioni che alimentano il .2623.87 Safari/537.36
Content- quale si potrebbero manifestare fastidiosi quanto inopportuni sintomi fisici, per interrompere questo circolo vizioso è comunque indispensabile costruire nella persona una forte volontà a superare il conflitto.