Chakra viola

Il settimo chakra, il chakra viola, è anche conosciuto come chakra della Corona, Centro Io Sono, Sahasrara e Centro della Coscienza Cosmica. Questo chakra si trova sulla sommità del capo, in posizione centrale, ed è associato, oltre che al capo, anche al sistema nervoso e al cervello. La ghiandola endocrina associata è l'epifisi.
Il chakra viola rappresenta la parte di coscienza con cui l'individuo può giungere a percepire l'unità e la separazione. Il significato di questo chakra sta nella capacità di pensare in maniera strategica e di essere in grado di abbracciare tutte le situazioni utilizzando esclusivamente il pensiero. Per quanto concerne il significato del chakra viola, se ne possono individuare un senso indiviuale ed uno spirituale. Nel primo caso rappresenta la realizzazione di sè stessi, nel secondo l'essere in piena comunione con il Divino.
Secondo la cromoterapia praticando gli esercizi o indossando un vestiario che sia sempre dello stesso colore si riesce a correggere ogni squilibrio emozionale legato al chakra viola.

Cosa succede quando il chakra viola è bloccato?

Conoscere i chakra consente di capire quale tipo di relazione intercorre tra il proprio corpo e la propria coscienza, in quanto il primo diventa una mappa della seconda. In questo modo, ciascuno può arrivare a comprendere meglio sè stesso. I chakra, veri e propri centri energetici, influenzano il nostro modo di decidere e pensare. Funzionano, infatti, come delle valvole che vengono aperte o chiuse. Così si ha una differente percezione della realtà circostante.

Quando questo è bloccato, ci si sente schiacciati dalla frustrazione e da sentimenti negativi come la rabbia o il sentirsi completamente inutili e abbandonati. Ne consegue la totale impossibilità di percepire la spiritualità attorno a sè stessi, riuscendo a credere solo a ciò che si percepisce con i sensi fisici. Ecco, allora, che i soggetti interessati accusano disturbi come stress, ansia, mal di testa, disordini mentali e problemi alla memoria. Se i chakra non sono in equilibrio tra loro non si riesce, quindi, a vivere in pace con sè stessi.

Come aprire il chakra viola

Stress, emicranie, perdita di memoria e persino malattie psichiatriche questi alcuni dei disturbi e malattie associati al colore viola. Possiamo affermare che nel lungo e medio periodo accostarci al colore attraverso la pratica di esercizi di cromoterapia, oppure indossando un capo di abbigliamento sempre dello stesso colore, consente di corregge gli squilibri emozionali legati al chakra viola, riequilibrando importanti funzioni energetiche legate alla Testa.
L’osservazione dei dati riferiti da quanti hanno deciso di praticare la cromoterapia a supporto della terapia medica chirurgica, affetti da gravi patologie quali Alzheimer, Parkinson, Ictus, hanno evidenziato un progressivo aumento dello stato vitale nel paziente e a quanti sottoposti a terapie farmacologiche e chemio – radioterapia una inaspettata reazione del sistema immunitario oltre che rafforzare la risposta alla terapia medica.